Browsing Tag:

mascarpone

TORTE/ Tronchetti

Bûche de Noël al Lemon curd e Mascarpone, aromatizzato all’Earl Grey

Sono ancora in tempo per farvi gli auguri di Buon Natale?
Un abbraccio a tutti… ☃
Bûche de Noël, o Tronchetto di Natale, è un dolce tipico della tradizione natalizia francese.
Rappresenta di fatti un ceppo di legno, simbolo natalizio di numerosi paesi del Nord Europa, e considerato di buon auspicio.
Questo dolce si presenta come un rotolo di soffice pasta “biscotto”, farcito con una golosa crema ganache. Poi si possono avere svariate versioni e gusti… (l’avevate visto quello dell’anno scorso, Cacao e crema ai Marron Glacées?).
Con questo post chiudiamo anche la raccolta di ricette “Aspettando il Natale… 2014”, con queste delizie preparate dalle mie amiche blogger:
❅ Una bevanda golosa per coccolarci davanti al caminetto:
il candy cane milk shake delle “Pancette” più dolci del web
E ancora quanche biscottino…
❅ I cookies allo zenzero di Francesca
 
La Ricetta…

Continue Reading…

Cakes/ TORTE

Cake fondente allo Zenzero Candito

Siamo ormai alla fine di marzo.

La temperatura è decisamente più mite, e la voglia di vacanze diventa sempre più insistente…
L’unica cosa che mi rilassa un po’ è cucinare, dolcetti e non, in modo da distrarmi  e non pensare troppo alle mete che per forza di cose non potrò pianificare… Questo non vuol dire che non riusciremo ad organizzare qualcosa anche con la nostra piccolina!

 

Quest’ultima domenica di marzo vi lascio con un dolce molto particolare, che unisce il classico e mai scontato cioccolato al gusto piccantino dello zenzero. Da provare se amate sperimentare nuovi sapori!

La ricetta…

Tratta da “Taste & More” di febbraio 2014

Ingredienti:
per uno stampo rettangolare 23×10 cm

– 230 g di farina
– 200 g di mascarpone
– 180 g zucchero semolato
– 150 g cioccolato fondente
– 1 cucchiaino di zenzero in polvere
– 50 g di zenzero candito tagliato a cubettini
– 20 g cacao amaro
– 2 uova
– una bustina di lievito
– un pizzico di sale

per la copertura
– 150 g cioccolato fondente
– 1 cucchiaino di zenzero in polvere
– 20 g di burro

Preparazione:

Ho sciolto il cioccolato a bagnomaria.

Nel frattempo, ho lavorato nella planetaria con le fruste inserite il mascarpone e lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida e cremosa, aggiungendo le uova una per volta e montando bene, facendo gonfiare il composto. A questo punto, ho aggiunto il cioccolato fuso, continuando a mescolare, sempre a velocità medio-bassa. Infine, ho aggiunto la farina setacciata a parte già precedentemente unita al lievito ed al cacao, allo zenzero in polvere e al sale.
Il composto ottenuto risulta abbastanza solido… ho unito lo zenzero candito tagliato a pezzettini, ed ho versato il composto nello stampo imburrato ed infarinato.
Ho infornato in forno preriscaldato per un’ora scarsa a 170°.

Per la copertura ho sciolto il cioccolato a bagnomaria con il burro e il pizzico di zenzero in polvere. Una volta sfornato il dolce, l’ho ricoperto con la ganache appena preparata, ed ho lasciato rapprendere in frigo.

DOLCI AL CUCCHIAIO

Tiramisù

Quando non so che dolce preparare, ho poco tempo e voglio far felice chi mi sta vicino,
allora scelgo LUI: Il Tiramisù.
Goloso
Cremoso
Godurioso
Profumato
Un posto per lui lo si trova sempre.
Classico e intramontabile.
Si prepara in un baleno senza l’impiego del forno, e piace praticamente a tutti.
Una soffice coccola che sa di aromatico caffè e uova fresche.
 
La ricetta…
(della mia mamma)

Ingredienti:

per 4 persone
– 3 uova
– 100 g di zucchero
– 250 g di mascarpone
– 4 tazzine di caffè
– 2 cucchiai di liquore a piacere (Rum scuro, o Marsala)
– 100 g di savoiardi (in alternativa Pavesini o Amaretti)
– 1 cucchiaio di cacao amaro 

Preparazione:
Innanzi tutto separo i tuorli dagli albumi, tenendoli da parte.
Verso i tuorli in una ciotola con lo zucchero e monto a crema.
Unisco il mascarpone e amalgamo bene.
Monto gli albumi a neve ben ferma, ed incorporo delicatamente alla crema i tuorli e mascarpone.
Inzuppo i biscotti rapidamente nel caffè (a cui ho aggiunto il liquore), e li adagio nei bicchierini in un unico strato. (Se uso i pavesini, che sono molto sottili, allora compongo più strati).
Ricopro generosamente di crema, ed infine spolvero con il cacao.
E con questo dolce che non passa mai di moda, vi auguro un buonissimo inizio settimana!
E partecipo a questi due contest:
DOLCI AL CUCCHIAIO

Cremino al Mascarpone con Mele all’Arancia e pepe di Jamaica

L’anno nuovo è iniziato all’insegna del solito tran tran. Buoni propositi a parte, il tempo è sempre quello di prima, se non addirittura meno…

Vi lascio al volo un dolce al cucchiaio a base di mascarpone che ho preparato durante le feste come fine pasto. La ricetta l’avevo annotata dal programma The chef, poi trovata anche sulla rivista Sale&Pepe di qualche mese fa, a cui venivano abbinati i frutti di bosco.

Questa è la mia versione rivisitata, con le mele. Che ne dite?

La ricetta…

Ingredienti per 8 persone:
– 250 g di mascarpone
– 3 mele (io Golden)
– 80 g di zucchero semolato
– 2 uova e 1 tuorlo
– 2 cucchiai di rum
– 50 g di mandorle in polvere
– succo d’arancia q.b.
– biscottini sottili a piacere (io lingue di gatto, la mia ricetta per prepararle la trovate qui)
– un pizzico di pepe macinato di Jamaica

Montate le uova con lo zucchero, incorporate il mascarpone con una spatola flessibile, quindi unite le mandorle in polvere e il rum.

Riempite con il composto  8 formine di ceramica o stampini di metallo, versatevi sopra la crema preparata e cuocete in forno a 180° per 20 minuti. Quindi accendete il grill in modo da far dorare la superficie.

Preparate le mele, già sbucciate e tagliate a tocchetti, facendole cuocere nel succo d’arancia finchè questo non si sia consumato (io non le ho zuccherate per mantenere un gusto leggermente aspro, che contrastasse con la dolcezza della crema).

Togliete i cremini dal forno, guarniteli con le mele, spolverate con pochissimo pepe di Jamaica.

Serviteli tiepidi con i biscottini sottili.

Curiosità:
Il Pepe di Jamaica o Pepe garofanato, è una spezia ricavata dai frutti essiccati della Pimenta dioica, albero sempreverde della famiglia del Mirto. Il pimento è originario dell’America Centrale e dell’area caraibica, in particolare della Jamaica: qui, le estese coltivazioni profumano l’aria tutto intorno nel periodo della fioritura.
Le tonde palline, un po’ più grandi rispeto a quelle del pepe classico che noi tutti conosciamo, molto usate nella cucina caraibica, vengono apprezzate per il gusto particolare (intenso e aromatico, poco piccante), che sembra una miscela di spezie diverse. Il sapore ricorda quelli della cannella, del pepe nero, del chiodo di garofano e della noce moscata messi assieme.
Con il pimento nei Caraibi si usa steccare la carne da cuocere alla griglia, in Messico le bacche entrano nei moles, le celebri salse di questa nazione.
Negli Stati Uniti, la torta alla zucca, tipica del Giorno del ringraziamento, viene aromatizzata proprio con il pimento.
La vecchia Europa non dimostra un grande apprezzamento per questa qualità di pepe. Fanno eccezione inglesi e scandinavi. I primi lo usano per salse e sottaceti (insieme a semi di senape), oltre che per aromatizzare i dolci tradizionali di Natale; i secondi per condire gli smorrenbrod (tartine di pane nero guarnite, che rappresentano i tradizionali antipasti danesi) e per insaporire le torte salate con la carne e le aringhe marinate.
Scendendo molto più a sud, e sbarcando in Etiopia, si trova il pimento nella ricca miscela nota come berberé. Ogni dove dato il gusto particolare, il pimento si presta ad aromatizzare torte e biscotti.
La medicina popolare sudamericana ricorreva al pimento per curare i disturbi di stomaco, e gli Aztechi lo usavano pure per aromatizzare il cioccolato.

CONSIGLIA Risotto al salto