Brioche Parisienne… e una nuova avventura targata iFood!

gallery 26 marzo 2015 27 responses

image iFood è un portale che ruota attorno al Cibo e alle sue mille sfumature: ricette, fotografie, libri, viaggi, persone, luoghi e storie.

 iFood è un punto di incontro tra chi è curioso di sperimentare e chi ama condividere.

iFood è il rumore perfetto della crosta del pane, il movimento delle mani infarinate, la combinazione degli odori che rimandano ad un viaggio, al piatto assaggiato in un mondo lontano.

iFood è anche Network, il primo network italiano nato spontaneamente, dove i blogger ci mettono la faccia, si sporcano le mani, il grembiule, le idee.

Sono parole prese in prestito dall’About del sito…

iFood_copertina-fb

iFood

Ringrazio il gruppo di iFood per aver coinvolto anche me con il mio piccolissimo blog, in questo grandissimo progetto pieno di #solocosebelle, senza pretendere nulla, ma sacrificando tempo prezioso e lavorando sodo, per tutte noi. Grazie davvero. Comunque vada, sarà un successo. Questo è il mio primo post targato iFood, e orgogliosa vi accolgo nella mia nuova cucina per la colazione, con un pan brioche profumato, burroso e sofficissimo, una goduria per gli occhi e per il palato… La ricetta di questa brioche parisienne viene dal blog di Assunta, che è sempre una garanzia! Buona Colazione e Benvenuto iFood! image La Ricetta… di Iginio Massari e Attilio Zoia image

 

Ingredienti:

Per uno stampo da plum-cake da 24x10x7

per il primo impasto : 

– 60 g di farina forte 00 (io ho usato Manitoba per lunghe lieviazioni)

 

– 50 g di uova

– 30 g di lievito madre al 60% di idratazione (io ho usato lievito madre al 50% di idratazione)

– 3 g di malto diastatico in polvere (in alternativa un cucchiaino scarso di miele)

– 8 g di lievito di birra fresco

per il secondo impasto:

– tutto il primo impasto (preimpasto)

– 240 g di farina forte 00 (io ho usato Manitoba per lunghe lievitazioni)

– 40 g di zucchero semolato

– 8 g di sale fino

– 12 g di miele

– 160 g di uova – 210 g di burro morbido

– i semi di 1/2 bacca di vaniglia

– la buccia grattugiata di un quarto di arancia bio

Preparazione:

Preparate un preimpasto con tutti gli ingredienti del primo impasto e ponetelo a lievitare a 24°/26° fino a che avrà triplicato il volume iniziale.

Una mezzora prima che il primo impasto sia triplicato, impastate la farina del secondo impasto con tante uova quante sono necessarie a idratare completamente la farina. Il resto delle uova tenetele da parte. Attendete altri venti minuti, poi unite a questo, il preimpasto triplicato e impastate nella planetaria dotata di foglia per far amalgamare bene il tutto. Di tanto in tanto pulite la foglia e le pareti e capovolgete l’impasto. Quando l’impasto comincerà a prendere corda cominciate ad aggiungere le uova in quattro volte unendo lo zucchero con le prime due e il sale con l’ultima. Portate ad incordatura capovolgendo di tanto in tanto l’impasto e sostituendo la foglia con il gancio impastatore. A questo punto unite il miele e gli aromi e portate di nuovo a incordatura. L’impasto dovrà risultare liscio, semilucido e molto elastico.

Ora iniziate ad aggiungere 1/4 del burro morbido a pezzetti, e attendete che l’impasto l’abbia incorporato completamente prima di aggiungerne altro. Procedete con l’aggiunta del burro facendo attenzione a non scaldare troppo l’impasto altrimenti rischierete di perdere l’incordatura: eventualmente aiutatevi appoggiando una bustina di ghiaccio gel sulle pareti dell’impastatrice o mettendo l’impasto in frigo per 15 minuti se vedete che si sta scaldando troppo. Portate di nuovo a incordatura. La temperatura finale dell’impasto deve essere all’incirca di 26°.

Ponete l’impasto a lievitare ad una temperatura costante di circa 26° in un recipiente ermetico fino al raddoppio, dopodiché sgonfiatelo, fate un giro di pieghe di rinforzo tirando un lembo dell”impasto e portandolo al centro e poi procedendo alla stessa maniera con il lembo opposto di impasto. Formate una palla e ponete di nuovo a lievitare in un recipiente ermetico in frigorifero a 4° (nello scomparto basso) per 12-16 ore. Io tutta la notte.

Trascorso il riposo in frigo, lasciate l’impasto per un’ora a temperatura ambiente, poi dividetelo in 7 pezzi uguali, pirlateli seguendo le indicazioni nel video qui e poi disponeteli in uno stampo da plum-cake da 24x10x7cm(h) precedentemente imburrato e infarinato. Spennellate la brioche con dell’uovo sbattuto con un goccio di latte e un pizzico di sale.

Fate lievitare a temperatura 27-28° fino a che la brioche avrà raggiunto il bordo dello stampo.

Spennellate di nuovo con l’uovo e infornate a 170° in forno statico per 4o minuti (regolatevi in base al vostro forno). image

Related Posts

27 responses

CONSIGLIA Fusilli con tonno fresco e peperoni